Trattamento consortile degli effluenti di allevamento per la produzione di FERTILIZZANTE VERDE ed ENERGIA RINNOVABILE

In questo progetto l’applicazione delle normative ambientali nazionali e comunitarie viene considerata come un’occasione per ammodernare settore zootecnico e promuovere l’adozione di buone pratiche sostenibili dal punto di vista ambientale ed economico.

In particolare si persegue il contenimento del carico d’azoto e delle emissioni climalteranti prodotte dagli effluenti zootecnici attraverso una loro valorizzazione energetica ed agronomica. A ciò si aggiunge la finalità di attenuare sensibilmente le emissioni di gas ad effetto serra, secondo gli obiettivi proposti nell’ambito del Pacchetto clima-energia 20-20-20 dell’Ue.

L'impianto di biogas è integrato da una sezione di trattamento dell'effluente digestato per la riduzione dell'azoto e dei volumi dei reflui, con l’obiettivo di consentire alle aziende zootecniche del territorio di rispettare i nuovi parametri dei programmi d’azione comunitari (direttiva 91/676 CEE) e di recuperare fertilizzante rinnovabile.